Duecento mila volte Grazie!!!

Duecentomila volte Grazie!

 

 

200.000 Volte grazie.

Grazie agli autori, fumettisti, sceneggiatori, soggettisti, editori, critici  e giornalisti del settore fumetto che hanno preso parte alle conferenze, contribuendo alla costruzione di un programma ricchissimo.

Grazie al Romics d'Oro Bruno Bozzetto che ha reso possibile la realizzazione di una sensazionale mostra per un viaggio attraverso la sua straordinaria carriera in Italia e nel mondo; grazie al Romics D'Oro Mario Gomboli che ha contribuito alla costruzione di un'affascinate area espositiva per ripercorrere la storia di Diabolik, dal primo numero, Il re del Terrore, ad oggi. Grazie al Romics D'Oro Francis Manapul, che ha raggiunto il pubblico italiano per raccontare la sua carriera, quella di un talento che cresce alla velocità della luce!

Grazie a Stefano Babini e Lele Vianello, a Giuseppe Palumbo e Tito Faraci, Francesco Artibani. Grazie a coloro che hanno contribuito a rendere omaggio al grande Lorenzo Bartoli: Alessandro Bottero, Moreno Burattini, Andrea Domestici, Spartaco Ripa.

Grazie ai grandi protagonisti del mondo dell'animazione che hanno preso parte a questa XVIII edizione di Romics: Christian De Vita, con le sue bellissime opere in mostra, Michel Fuzellier, Franco Serra, Maurizio Forestieri, Emiliano Fasano e con loro Asifa Italia.

Grazie a Greg e al suo pupazzo Criminale! Grazie agli ospiti giapponesi Takamasa Sakurai, Kahoru Yasuda ed Eiko Yonezawa del Comicket e membri del direttivo di IOEA.

Grazie a Wacom, Gimax e AIV, Vigamus per aver accompagnato il pubblico nel viaggio attraverso l'intrattenimento videoludico. Grazie alle star del tubo: Favij, Clapis, De Carli e Zoda, che hanno incontrato il loro pubblico a Romics, l'evento che conferma il suo grande valore aggregativo!

Grazie alle scuole di Fumetto, ad Aromacademy, agli autori e agli insegnanti di Fumetto che hanno contribuito a proporre una programmazione specifica dedicata ai più piccoli. Grazie alle case editrici, gli espositori italiani e internazionali, alle major, alle case di produzione e di distribuzione.

Grazie a tutti coloro che non abbiamo menzionato, ma che non dimentichiamo... E 200 mila volte grazie al nostro insostituibile pubblico!