Diventa anche tu un supereroe CRI attraverso il fumetto!

E se i super eroi fossero più vicini di quanto avevamo pensato? E se diventarlo non fosse impossibile? Croce Rossa Italiana e Romics lanciano il contest Una famiglia di Veri super Eroi! Crea i personaggi che diverranno portavoce del messaggio e dell'operato CRI in tutta Italia! Diventa anche tu un supereroe CRI attraverso il fumetto!

 

Croce Rossa Italiana di Roma presenta in collaborazione con Romics, Festival internazionale del Fumetto dell’animazione e dei games, il contest Una Famiglia Di (Veri) Supereroi.


Presentato già nell’ambito della XVII edizione del Festival, Sabato 11 Aprile con il Comitato Provinciale della Croce Rossa Italiana di Roma, il contest da la possibilità a tanti fumettisti emergenti di mettere alla prova la loro creatività per dare vita ad un gruppo di nuovi personaggi, gli eroi (veri) di CRI.


Saranno tutti personaggi appartenenti alla stessa famiglia (magari ampliata a qualche nonno e zio).


Ogni personaggio dovrà essere caratterizzato da un proprio profilo e da propri “superpoteri”, interverrà nelle situazioni che la CRI vive ogni giorno, comprendendo appieno emergenze, pericoli e piccole o grandi criticità. Saranno quelle le occasioni in cui i veri eroi dovranno manifestare la loro "identità segreta".


Nelle loro avventure questi nuovi veri eroi dovranno ispirarsi moralmente ai Sette principi di CRI (vedi il regolamento) e utilizzare i "superpoteri" che solo un volontario di CRI può avere!


Le migliori proposte creative saranno sottoposte durante il Romics di Ottobre ad una giuria di esperti, per scegliere ufficialmente i nuovi testimonials di CRI.


Testimone e promotore d’eccezione del contest è Giorgio Pontrelli, notissimo fumettista ma anche volontario di CRI, che comporrà la giuria del contest insieme a Simona Binni, autrice di Amina e il Vulcano, e altri grandi autori del fumetto italiano.

 

ATTENZIONE la partecipazione al contest  è prorogata fino al 23 settembre 2015

 

scarica il regolamento e il modulo d'iscrizione